L’ISCRIZIONE DEI CITTADINI STRANIERI

CONTENUTI CORSO

CODICE MEPA (per i non abbonati a FLAT e SUPERFLAT): PA360.41

DOCENTE: dott. ROBERTO GIMIGLIANO, Responsabile Settore demografico Comune di Sanremo - Esperto in materia - Autore di pubblicazioni – Formatore PA360

DESTINATARI: Dirigenti e Funzionari pubblici, Amministratori comunali, Operatori dei Servizi Sociali, Ufficiali di Anagrafe e Stato Civile

OBIETTIVI: Il corso è finalizzato a rendere applicabile la “controversa” legge “Salvini”. Affronterà le problematiche relative all’iscrizione anagrafica dei richiedenti asilo comparandola con quelli che sono i principi contenuti nel T.U. sullo straniero D.Lgs. 286/98. Oggetto di analisi sarà la vigente legislazione nazionale ed europea, nonché la giurisprudenza di riferimento.

PROGRAMMA:

  • Fonti normative e regolamentari - Direttive comunitarie e ministeriali - Circolari
  • La Direttiva europea 38/04 e la norma di recepimento D.Lgs. 30/2007
  • Le modalità di iscrizione dei cittadini comunitari
  • Le “Linee guida” della Commissione europea
  • Il concetto di Direttiva europea e Regolamento europeo – Corretta applicazione e recepimento
  • Il diritto di soggiorno fino a tre mesi e l’obbligo di iscrizione anagrafica per soggiorni superiori ai tre mesi - Soggiorni “temporanei” superiori a 3 mesi
  • L’abolizione della carta di soggiorno per i cittadini comunitari
  • Cittadini comunitari e ricongiungimento familiare 
  • L'iscrizione dei familiari extra UE di cittadino UE
  • Il compito dell’ufficiale d’anagrafe: la verifica delle condizioni
  • L’iscrizione per attività lavorativa
  • L’iscrizione per disponibilità di risorse economiche - I criteri per la valutazione delle risorse economiche
  • La “provenienza” delle risorse economiche - Le risorse economiche secondo le Linee Guida
  • La valutazione delle risorse sufficienti dopo la L. 129/2011
  • La copertura dei rischi sanitari (Circolare Ministero della Salute 03/08/2007)
  • Comunitari e registro della popolazione temporaneamente presente (Circolare n. 18/2009 - Iscrizione nello schedario della popolazione temporanea)
  • L’attestato di iscrizione nel registro della popolazione temporanea
  • La cancellazione dallo schedario della popolazione temporanea
  • Il rilascio degli attestati di soggiorno: le modalità di rilascio ed i costi

DOMANDE FREQUENTI

  1. Qual è il comportamento da tenere nei confronti di un cittadino comunitario che rifiuta l’iscrizione in anagrafe?
  2. La legge di recepimento della direttiva europea rispetta le linee guida?
  3. Che differenza esiste tra Direttiva Europea e Regolamento Europeo?
  4. Come comportarsi nel caso di assenza di reddito del cittadino comunitario?
  5. Come capire quale tipo di reddito può essere accettato in fase di prima iscrizione?
  6. È possibile per un cittadino comunitario auto certificare il proprio reddito?
  7. È possibile per un cittadino comunitario produrre reddito all’estero ed abitare in Italia?
  8. È corretto verificare la provenienza delle risorse economiche? Se la provenienza è illecita ma le risorse sono sufficienti come devo procedere?
  9. È possibile iscrivere nel registro della popolazione temporaneamente presente un cittadino comunitario?
  10. Nel caso di polizza assicurativa è necessario che sia scritta in lingua italiana o è sufficiente che si comprenda che trattasi di polizza?
  11. Che durata deve avere la polizza assicurativa? Quali sono le tessere rilasciate dai vari stati che possono essere accettate in luogo delle polizze?
  12. Quali sono gli attestati rilasciabili e quali scontano l’imposta di bollo?
  13. Per quel che riguarda l’attestato di soggiorno permanente, come devo ricostruire i periodi di residenza?
  14. Come si devono considerare eventuali periodi di assenza dal territorio e /o eventuali periodi in cui il cittadino risulta cancellato per irreperibilità?
  15. Come si procede per cancellare un cittadino comunitario?
  16. Come si procede in caso di richiesta di ricongiungimento di cittadino comunitario residente con cittadino extracomunitario non coniugato ma solo convivente?
  17. Il reddito prodotto all’estero può essere considerato ai fini dell’iscrizione anagrafica?
  18. È possibile procedere alla verifica da parte dell’ufficiale di anagrafe del reddito di un cittadino comunitario che ha dichiarato di avere un deposito in un istituto bancario?

SUPPORTO SPECIALISTICO

Focus di aggiornamento periodico online
Assistenza per le scelte inerenti situazioni pregresse insolute
Assistenza telefonica e/o via mail per la risoluzione dei problemi legati alle casistiche di accettazione/rifiuto delle istanze finalizzate all’iscrizione anagrafica da parte di profughi e rifugiati
Assistenza per la predisposizione di controdeduzioni nel caso di ricorsi avverso il diniego all’iscrizione


PA360 srl
Viale della Libertà 197/A - 73100 Lecce
C.F. e P.I. 05034240753
  • 0832.409463
  • 0832.1836950
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Abilita il javascript per inviare questo modulo